Anno X -

 

 


Unesco: la Dieta Mediterranea patrimonio dell’Umanità



“Noi siamo quello che mangiamo”



diceva Feuerbach



Ma allora come dobbiamo nutrirci?



Expo 2015: nutrire il Pianeta, energia per la vita

 


 

19.06.2014

di Anthony Cormaci

 

 

 

 

L’iniziativa per parlare di Cibo, come nutrirsi e come curare la salute, si coglie

a Reggio Calabria in occasione della premiazione degli arbitri calabresi (junior e senior),

professionisti dello sport che, oltre agli elementi arbitrali, devono conoscere le nozioni basilari - oggi anche articolate ed aggiornate - della sana alimentazione: iniziativa che avvalori concretamente il detto “mens sana in corpore sano”.

Mentre in provincia uno staff di medici e di esperti della sana ristorazione sentono questo bisogno dell’informazione sempre più accurata e partecipata, in campo nazionale ed internazionale l’evento EXPO 2015 - in allestimento a Milano - si appresta al debutto col tema fondante “NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA DELLA VITA”.

“È possibile assicurare a tutta l’Umanità una alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile?”

É con questa domanda che si apre la sfida dell’Esposizione Universale di Milano.

Se milioni di persone patiscono la malnutrizione e altrettanti subiscono i danni di una alimentazione eccessiva e disordinata, è evidente che il tema della sicurezza e salubrità alimentare si pone su scala globale.

I 147 espositori, già accreditati, si assumono il compito di migliorare la qualità della vita attraverso la produzione di cibo sano, oltre che attivare valide strutture di distribuzione capillare. (continua)

 
Questo MultiBlog viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può considerarsi un prodotto editoriale,
né è contraddistinto da una testata giornalistica ai sensi della L. n.62 del 7/3/2001.
Questo MultiBlog non concede spazi ad inserzioni pubblicitarie di alcun genere.
Ogni Blogger si assume ed a pieno titolo, la responsabilità civile e penale dei propri scritti.
Alcune delle immagini pubblicate nel presente blog, sono state scaricate da internet, ritenendole di pubblico dominio.
Ove i soggetti effigiati o gli autori delle stesse ritenessero esser stati lesi loro diritti,
le stesse saranno immediatamente rimosse esplicitamente pubblicando ed in bell'evidenza,
le motivazioni di detta rimozione, a soddisfazione e riparazione dei diritti di cui sopra.

indirizzo e-mail
altrastampa.net@libero.it

indirizzo PEC
alfredo.labate@pec.giornalistilombardia.it.