Anno VIII -

 

 

Francesco Bertucci e il


TRITTICO ESOTERICO

 


(19.03.2014)

red.

Che la pittura e l’esoterismo avessero un anello di congiunzione è cosa nota, partendo dalle pitture rupestri e dal loro significato simbolico e propiziatorio, via via di seguito con Egitto, Antica Roma ed epoche successive, fino al famoso dipinto L'isola dei morti (in tedesco, Die Toteninsel) che è il più noto dipinto del pittore simbolista svizzero Arnold Böcklin (1827-1901), per il quale lo stesso Hitler non badò a spese, facendolo successivamente collocare niente di meno che nella cancelleria del Reich a Berlino, fino a quando l’opera nel 1945 fu sequestrata dall’Armata Rossa come ‘bottino di guerra’ e spedita in Russia, solo in seguito tornata a Berlino ed esposta all’Alte Nationalgalerie. Ovviamente il pittore Arnold Böcklin non diede mai spiegazioni in merito al suo lavoro, ne tantomeno le diedero Hitler, l’Armata Rossa e quanti volevano possedere il quadro, quindi già solamente questo alone di mistero che scaturiva dalla mancanza di informazioni portava al concetto di segreto ovvero all’esoterico. Nemmeno il pittore contemporaneo Francesco Bertucci, che in breve tempo ha raggiunto un immediato grosso favorevole riscontro anche in ambito internazionale, da spiegazioni o informazioni in merito al suo Trittico Esoterico, composto da tre opere appunto, la prima denominata ‘Horizons’ in italiano Orizzonti, la seconda ‘SyncRockTrap’ in italiano Trappola di Roccia Sincronica, e la terza ‘NoLightsHeads’ in italiano I non fari, ma pone tutti davanti al fatto compiuto fornendo solo tre delle posizioni che il trittico può avere, posizioni e relativa semplice ma misteriose denominazione delle stesse, in un caso come Soul Position God Amplifies White Energies (Posizione Anima – Dio - Amplifica Energie Bianche), poi Body Position Matter Amplifies Black Energies (Posizione Corpo – Materia - Amplifica Energie Nere), infine Spirit Position Chaos Amplifies Casual Effect (Posizione Spirito - Caos - Amplifica Effetto Casuale).

 

 

Si può solamente dire che i soggetti delle tre opere, prodotte tutte nel 2013, sono paesaggi di forte impatto a livello interiore, e certo la spiegazione che viene data dall’artista, anche se ridotta ad un nome e ha delle parole forti ma pur sempre parole, ci lasciano come dire già pieni di qualcosa, di una energia, di mistero, appunto di una forte carica esoterica e non c’è bisogno di ragionarci tanto sopra o di porsi delle domande o di trovare delle risposte, si sente, osservando e percependo ciò che dai quadri scaturisce.


 

Rimanendo attenti a questo Trittico Esoterico come sorvegliato speciale, andando sul sito dell’artista si trovano altre opere circondate da un alone di mistero e poi spesso vi appare la creatura “Donna”, nelle più improbabili facce e sfaccettature… ed il tutto - va da una tematica classica espressa in vesti moderne, fino alla più spinta ed esasperata avanguardia pura che… non disturba, ma è ben accolta anche dai più attaccati, abbarbicati amanti del cosiddetto “classico”, per la cromaticità, la plasticità ed il senso dell’IDEA, del PENSIERO che non s’intravede, ma che si “vede”, invece, chiaro, netto, nell’Opera stessa.

Ma ora, bando alle ciance e facciamo una piccola carrellata di opere che sono state esposte sia Mosca che a Roma.



 

Possono non piacere e qui vale il vecchio … “de gustibus non disputandum est”, ma non si possono negare lo spessore dell’Artista, la Personalità e, soprattutto, quello che ci vuol lasciare negli occhi, come nell’animo.

Pagina Ufficiale Francesco Bertucci www.francescobertucci.com

Pagina Ufficiale Facebook https://www.facebook.com/pages/Francesco-Bertucci/167960160026922

Locandine Ufficiali Ultima Mostra MOSCA - Ultima Mostra ROMA - Quotazione Ufficiale Asta di un dipinto di Francesco Bertucci



 
Questo MultiBlog viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può considerarsi un prodotto editoriale,
né è contraddistinto da una testata giornalistica ai sensi della L. n.62 del 7/3/2001.
Questo MultiBlog non concede spazi ad inserzioni pubblicitarie di alcun genere.
Ogni Blogger si assume ed a pieno titolo, la responsabilità civile e penale dei propri scritti.
Alcune delle immagini pubblicate nel presente blog, sono state scaricate da internet, ritenendole di pubblico dominio.
Ove i soggetti effigiati o gli autori delle stesse ritenessero esser stati lesi loro diritti,
le stesse saranno immediatamente rimosse esplicitamente pubblicando ed in bell'evidenza,
le motivazioni di detta rimozione, a soddisfazione e riparazione dei diritti di cui sopra.

indirizzo e-mail
altrastampa.net@libero.it

indirizzo PEC
alfredo.labate@pec.giornalistilombardia.it.