Anno VIII -

A MO’ DI MONITO

NON DIMENTICHIAMO CICCIOLINA

IN PENSIONE A 3.000 EURO

AL MESE

(27.03.2013)

di Alfredo Labate Grimaldi

Scusate, anzitutto, l’errore scappatoci in sede di pubblicazione.

E’ evidente che quel volgare “a botta”, che fra l’altro non è nel vocabolario del nostro e Vostro giornale voleva essere, nelle intenzioni, un semplice “al mese”!

Ci pare che sia “sano” ricordare ogni tanto gli scandali: ne succedono tanti, che si accavallano fra loro: l’uno scaccia l’altro e poi ci si dimentica.
Vuol essere costume del Vostro Giornale “non dimenticare” ed ogni po’ fare un opportuno ripassino… Detto questo, però l’imbarazzo del Vostro direttore non scema e neppure la Vostra sana incazzatura. Anzi vi diciamo…(continua)

 

IL BACIAMANO DA UOMO A UOMO

Abolito da Garibaldi ripristinato da Berlusconi

(27.03.2013)

di aellegì

Credevamo fosse scomparso per sempre quel triste rituale di sudditanza manifesta fra uomo e uomo: il baciamano! Credevamo che fosse rimasto relegato solo nella ritualità prettamente mafiosa dove, specie in pubblico, l’inferiore bacia la mano al boss.

Per chi riceve il baciamano, esso è il suggello dell’investitura o la conferma del rango raggiunto: il suo potere di boss, di capo fra i capi.Per chi lo fa, è il segno – in pubblico! – che riconosce l’altro come capo indiscusso e spesso vien fatto platealmente per riparare a qualche sgarro di forma, ed è pubblica dimostrazione che chi lo fa è tornato nell’ovile e ne riconosce il Capo.
Un attimo indietro, per favore! Scena: Sicilia. Anno: 1860. Contesto: spedizione detta “dei Mille”. Località: Salemi.


Dinnanzi al Consiglio comunale apposta riunito, Garibaldi si autoproclama “Dittatore della Sicilia in nome di Vittorio Emanuele II re d’Italia”.(continua)

 

I HAVE A DREAM


IL GOVERNO ALLE CASALINGHE!


ACCUSIAMO DI CONCLAMATA INCOMPETENZA TUTTI I GOVERNI D’ISPIRAZIONE PARTITICA DI TUTTI I TEMPI, PERCHE’ LONTANI DAL PAESE REALE, IN QUANTO LA POSIZIONE SOCIALE PRIVILEGIATA DEI SUOI MEMBRI NON HA MAI CONSENTITO UNA CONOSCENZA SUL CAMPO, DEI PROBLEMI

(21.03.2013)


di Alfredo Labate Grimaldi



Ricordando Lisistrata e la forte determinazione delle donne…
Nella sua commedia, Aristofane ci racconta che… un un bel giorno - anno più, anno meno, siamo intorno al V sec. a.C. - Lisistrata donna ateniese dal forte spirito d’iniziativa, per fare in modo che finalmente i maschietti del tempo finissero a giocare alla guerra del Peloponneso che si protraeva da tempo, decise, insieme ad una più che nutrita schiera di giovani spose ateniesi, di occupare l’Acropoli della città e di proclamare lo sciopero ad oltranza del sesso…
I baldanzosi maschietti, venuto a mancare un genere primario quale il sesso, scesero a più miti consigli e così, grazie alle DONNE UNITE d’Atene, il conflitto che si trascinava da tempo, potette veder finalmente la fine. (continua)

 

“Divina Commedia” – Purgatorio – canto VI


“ITALIA NAVE SENZA NOCCHIERO


GRAN BORDELLO”

I RAGAZZI L’ULTIMA SCIALUPPA RIMASTA A BORDO DELLA NAVE ITALIA

(21.03.2013)


Il Direttore

Dante lo diceva settecento anni fa. Ma allora, se è così… se non è cambiato niente, allora… non c’è più alcuna speranza, né ci sarà mai, per quest’Italia, galleggiante e sbattuta fra i marosi del Mediterraneo, nonostante tutte le sue infinite glorie? Parrebbe di sì. Vedete, pensiamo al gioco del calcio, sì
anche quelli che non se ne intendono possono capire e pensiamo alla nostra Nazionale di calcio.
Tranne le dovute eccezioni, naturalmente, la nostra Nazionale ben poche volte è stata “squadra”.
Sì, d’accordo, ci son state le eccezioni e cioè quando come undici gladiatori abbiamo messo spalle a terra gli avversari, specie nei Mondiali, ma…(continua)

 

Uscita la sua prima opera

Francesco Bertucci: centro al primo colpo!

Uno che si fa e si farà notare


(21.03.2013) di Alfredo Labate Grimaldi

Atmosfere da impegnata cinematografia d’oggi – pare di sentire nel sottofondo la musica di Ennio Morricone e
ne esalterebbe la lettura dei versi –
…e di morte. Ma nel finale s’intravede e netto,
un finale di speranza(continua)

 

E tutti vogliono…


F R A N C E S C O I

di Alfredo Labate Grimaldi

(15.03.2013)

Anche voi, scommettiamo!
Mai, come per questo Conclave, la voce del popolo di Dio, dei fedeli, com’anche dei disinteressati alla
faccenda o addirittura degli agnostici è una ed inequivocabile:
“Vogliamo un Papa che sia povero e a capo di una Chiesa povera!”
Se ci fate caso, se notate, è un popolo intero che si riappropria del diritto di pretendere che le istituzioni in generale siano sane ed ispirate da una politica di buona amministrazione: siano esse ecclesiali che politico-amministrative: è una marea che monta anche senza l’influsso delle lune, una marea che monta dal basso: quella “gente” - odiosissimo vocabolo! - che, finalmente vuole, a capo delle istituzioni, persone che vivano come essi vivono: con semplicità e sanità d’intenti e, soprattutto, senza far politica, peggio, mala politica: e la Chiesa in primis! (continua)

 

IO SBEFFEGGIATO DALLO… SPIRITO SANTO

OVVERO
NOTA DI SERVIZIO DEL DIRETTORE E
PADRONISSIMI DI NON CREDERCI

(15.03.2013)


In tempi di bufale, è doveroso il titolo, che non vuol esser tale, ma una nota, meglio, una premessa!
Mercoledì 13 marzo, ore 19, il Vostro cronista è alla tastiera del pc ed ha finito di stendere il pezzo dal titolo “ E tutti vogliono Francesco” .
Televisione chiaramente accesa e l’intento di telefonare subito al tecnico per l’impaginazione urgente del pezzo, in modo da anticipare una eventuale fumata bianca prevista dai vaticanologi di turno, non prima di giovedì 14.
Predispongo l’invio del pezzo e prima di “licenziarlo”do uno sguardo al televisore del quale ho messo a zero il volume per non esser distratto nel lavoro e vedo…(continua)

 

E FU…


FRANCESCO


di Alfredo Labate Grimaldi

(15.03.2013)

… E venne un uomo da lontano, varcando l’oceano… era vestito di rosso porpora ed era un Principe, ma quando poteva, smetteva quei panni regali e si mescolava ai poveri della sua Terra… e parlava loro dei problemi che li affliggevano… Ma diceva anche che un giorno, anche loro sarebbero stati “ricchi”, perché sarebbero entrati in un Regno dove tutto è d’oro, dove scorre latte e miele e si è raggianti d’eterna felicità… Fu chiamato, quindi e… andò…(continua)

 

Stiamo vivendo da testimoni vere svolte epocali

"SIGNORI... SI CAMBIA!"

Un quaderno nuovo tutto da scrivere per la Chiesa, per lo Stato,

per la Democrazia e si spera anche per l’Uomo.

di Alfredo Labate Grimaldi

(15.03.2013)

Ma vi rendete conto che la Storia, tutto d’un colpo, ci sta facendo visita, anzi ci rende spettatori attoniti di vere svolte epocali?
Svolta nella Chiesa. E pare che lo Spirito Santo si sia divertito nel mettere a segno due colpi sensazionali per la storia della Chiesa: dimissioni d’un Papa e quindi l’elezione di uno nuovo che viene dall’altra parte del mare e che si fa chiamare Francesco!
Cambiamento nel governo della Nazione, nelle sue Istituzioni ed anche, forse, nel metodo democratico di gestione della Cosa pubblica.
Cambiamento - e speriamo! – anche dell’Uomo.
Be’ di questo, permetteteci di essere molto, ma molto perplessi … Non crediamo che l’animale Uomo possa cambiare.(continua)

 

 

4 LUGLIO: INDEPENDENCE DAY
A U G U R I A M E R I C A !
(01.07.09) IL DIRETTORE

… n’è passata di acqua sotto i ponti da quel lontano 4 luglio 1776, in cui Thomas Jefferson , diciamo l’autore del testo, portò alla firma dei rappresentanti delle 13 colonie del “Nuovo Mondo”, ma già da tempo “americanizzate”, il documento che sanciva il distacco dalla Corona inglese e che, quindi, da quel momento si chiamò, solennemente, “Dichiarazione d’Indipendenza”!
Poi… chiaramente ci fu la guerra, ma oggi questo non c’interessa.Oggi gli Americani “celebrano” – attenzione, non festeggiano, ma celebrano! – dicevamo, il giorno dell’Indipendenza! (continua)
 

TRAFALGAR  SQUARE,

Saturday, 23rd May 2009, at 3 pm

(05.06.09) dalla ns.corrispondente da Londra

Come ogni sabato, Trafalgar Square gremita di gente come sempre....
Ragazzi che si arrampicano sui famosi leoni, macchine fotografiche che riprendono visi rilassati al sole.
In un angolo della piazza, però, facce diverse, arrabbiate...
Gli abiti non sono leggeri come quelli dei turisti, ma appesantiti da mantelli e festoni di stoffa pesante.
Visi truccati, sudati, dietro maschere funeste che stanno a ricordare la morte di vittime della guerra di strada tra pacifisti e Polizia. (continua)

Nelle Carceri italiane il 28% dei reclusi ha l’Epatite C

NON PUO’ NON DEVE ESSERE COSI’

Lo Stato ha il diritto di far scontare una pena, ma NON certo quello di farli uscire, poi, ammalati

(03.06.09) di  aellegì


Tagliaunghie e, spesso, rasoi in comune e quant’altro favoriscono questo fenomeno che è notizia agghiacciante di questi ultimi giorni.
Non è la prima volta che lo diciamo, meglio che lo predichiamo, anzi che lo urliamo.(continua)
 
AL GRAN BALLO DELLE DEBUTTANTI A VIENNA MICAELA FOTI PORTA
I COLORI DELL’ITALIA
(03.06.09) di Anthony Cormaci

Micaela Foti, accompagnata dal cadetto della Marina Italiana Francesco Zito, ha rappresentato l’Italia al Gran Ballo delle debuttanti che ha avuto luogo il 19 febbraio 2009 in Austria e dove se… non nell’ancor imperiale Vienna? (continua)
…ma il 4 di luglio è anche il compleanno di

G I N A L O L L O B R I G I D A

che compie… quanti ne dimostra! E cioè ancora pochi.
E… la “storia” delle patate e delle cipolle
(01.07.09) Il Direttore

… Del resto, poi, Lei è donna così intelligente da avere il coraggio - di poche, in verità – di festeggiarlo in pubblico, con torta e candeline. Ma noi NON ve lo diciamo, perché… della Lollobrigida, oggi ci interessa altro. L’Italia è stata sempre il Paese delle fazioni in tutti i campi. C’erano i Guelfi e i Ghibellini…poi, secoli dopo, i Coppiani e i Bartaliani e poi ancora, quelli che tifavano Lollo e quelli che tiravano per la Loren.Ma oggi, non c’interessa fare alcun confronto fra le due, perché…(continua)
 

Un atto di Civiltà e d’Amore

Umberto Veronesi rende pubblico il suo Testamento Biologico

Eccolo!

[05.05.09] - <Ho scritto di mio pugno il mio testamento biologico un anno fa per tre motivi: le mie note convinzioni sulla libertà di disporre della propria vita, l’amore profondo per i miei familiari, che non voglio siano mai straziati dal dubbio sul che fare della mia esistenza, e la fiducia e il rispetto per i medici che si prenderanno cura di me. So infatti, per esperienza personale, che per un medico oggi è fondamentale conoscere le decisioni del paziente, per poter curare in base alla concezione moderna della medicina, non più paternalistica ma condivisa, e per poter applicare il codice deontologico, che indica (continua)

 

VENTOGALEOTTO
(05.06.09)
... ed ecco accontentate le nostre lettrici che da sempre... desideravano levarsi questo... "dubbio"...
Sì... è tutto vero: sotto... N I E N T E !
(foto da: Repubblica.it)

Lettera

[6 maggio 09]

 

Voglio brindare alla sua Creatura,
che trovo di buon peso,
con occhi chiari e la chioma che promette bene.

Sicuramente per ogni poppata che saprà darle (continua)

 

“ F O R T A P A S C “ . . .
SFORTUNATO QUEL GIORNALISMO CHE HA BISOGNO DI EROI

di Alfredo Labate Grimaldi

[5/05/09]

Aveva 26 anni. Diceva… “Voglio fare il giornalista-giornalista…
…Non il giornalista-impiegato!” L’hanno trovato ammazzato, con un piede già fuori dalla macchina e l’altro (continua)

EXPO 2015

Pronto Reggio? Qui Milano…

Accordo sinergico fra i due capoluoghi

di Anthony Cormaci


(02.05.2009)Firmato a Palazzo S.Giorgio il protocollo d’intesa che lega la Città di Reggio Calabria con il capoluogo lombardo.
“Lavoreremo insieme in una logica di scambi e di reciprocità – dichiara il Sindaco Moratti- e il 2015 sarà solo l’atto conclusivo.”
I segmenti fieristici dell’EXPO cominceranno ad arrivare a Reggio fin dal 2012 con un crescendo fino al maggio 2015. La cooperazione tra Reggio e Milano, con le altre 6 città scelte, sarà fattiva. Il protocollo,infatti, prevede (continua)

 

LE   CASE   DI    DI  PIETRO

LETTERA di Antonio Di Pietro a Vittorio Feltri

Direttore del quotidiano “LIBERO”

30.04.09 Caro direttore, eccomi.
Ieri Lei dalla pagina di Libero mi ha chiesto due spiegazioni e mi ha dato un consiglio. Cominciamo dal consiglio che era il seguente: “Le sollecito a darci prova della sua trasparenza e affidare i milioni del finanziamento ad un collegio di ragionieri eletti nel suo partito”. Mi pare proprio un buon consiglio, la ringrazio e mi attivo immediatamente. Ho oggi stesso disposto la modifica dello Statuto che ora prevede che tutte le finanze del partito e tutti i contributi elettorali (sia futuri che pregressi beninteso), siano gestiti non più dai soci originari che hanno dato vita al partito ma
(continua)

 


Pagina 5 di 5

PER ANDARE OLTRE LA 5^ PAGINA E POTER COSI' VEDERE E LEGGERE TUTTO IL GIORNALE,

CLICCARE LA PAROLA...  " A R C H I V I O "

Questo MultiBlog viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può considerarsi un prodotto editoriale,
né è contraddistinto da una testata giornalistica ai sensi della L. n.62 del 7/3/2001.
Questo MultiBlog non concede spazi ad inserzioni pubblicitarie di alcun genere.
Ogni Blogger si assume ed a pieno titolo, la responsabilità civile e penale dei propri scritti.
Alcune delle immagini pubblicate nel presente blog, sono state scaricate da internet, ritenendole di pubblico dominio.
Ove i soggetti effigiati o gli autori delle stesse ritenessero esser stati lesi loro diritti,
le stesse saranno immediatamente rimosse esplicitamente pubblicando ed in bell'evidenza,
le motivazioni di detta rimozione, a soddisfazione e riparazione dei diritti di cui sopra.

indirizzo e-mail
altrastampa.net@libero.it

indirizzo PEC
alfredo.labate@pec.giornalistilombardia.it.